AI GENITORI E AGLI STUDENTI

DEL “POLO 3“

 

IL CONTRIBUTO VOLONTARIO

 

Gentili genitori e studenti del “Polo 3”,

dal16 Gennaio 2018 ore 8,00 al 6 Febbraio ore 24,00 è stato attivo il link per le iscrizioni on-line l’iscrizione scolastica alle classi PRIME.

Per l’iscrizione alle classi successive alla prima, provvede d’ufficio la segreteria didattica, ma è necessario espletare alcune operazioni; sulle pagine di questo sito, al link iscrizioni, trovate tutta la modulistica che potrete scaricare, compilare e portare in segreteria didattica, entro febbraio, per perfezionare l’iscrizione.

 

A seguito di una specifica delibera del Consiglio d'Istituto, tra gli adempimenti previsti per l'iscrizione, c'è quello del versamento di un "contributo volontario" annuale a favore dell'Istituto pari ad € 75,00 per tutti gli studenti del POLO3.

 

Mi è capitato spesso di dover rispondere alle richieste di molti genitori e alunni di non pagare tale contributo perché appunto “volontario”, quindi “non obbligatorio”.

Senza alcuna pretesa di risolvere la questione, provo a rispondere a queste "contestazioni": Le risorse che arrivano dal Ministero consentono di gestire l’attività ordinaria della scuola (utenze, materiali per pulizie, materiale di consumo per la segreteria, personale, locali e altre spese di funzionamento), ed erogare, quindi, l’offerta formativa. Purtroppo però, l’attività straordinaria, che consente l’ampliamento e l’arricchimento dell’offerta stessa, e che quindi finisce per fare la differenza tra le scuole, viene raramente finanziata con risorse ulteriori:

ecco perché, per renderla possibile, nel bilancio di una scuola, grande importanza riveste appunto il “contributo volontario” richiesto alle famiglie.

Il pagamento del “contributo volontario”, la cui richiesta da parte delle scuole è legittima (DPR 275/99 art. 17), non è obbligatorio, pertanto, a differenza delle tasse scolastiche, il mancato pagamento non ha conseguenze legali ma:

 

  1. Dal punto di vista organizzativo, causando un abbattimento delle entrate, genererà una riduzione dei servizi che la scuola potrà erogare quali, ad esempio:

- organizzazione di visite guidate e viaggi di istruzione;

- servizio fotocopiatrici in ogni piano della scuola a disposizione degli studenti;

- organizzazione progetti e corsi extracurricolari;

- rilevazione e gestione delle presenze;

- aggiornamento software per servizi scolastici volti a digitalizzare i servizi alle famiglie;

-innovazione tecnologica e didattica;

- assicurazione RC e infortuni;

 

 

  1. Dal punto di vista etico fa sì che si scarichino i costi delle attività e dei servizi sulle spalle di alcuni, coloro i quali hanno scelto di contribuire, mentre altri ne usufruiscono gratuitamente (o quasi).

 

È evidente che, con le sole risorse ministeriali, non è possibile, ogni anno, realizzare le attività di ampliamento dell’offerta formativa che il “Polo 3” ha sempre proposto e che, con rinnovato vigore, ha intenzione di proporre ogni anno in forma sempre più innovativa, arricchita e dinamica.

Il principio è quindi il seguente: il "Polo 3" può offrire servizi migliori (anche) grazie al contributo che ciascun genitore versa alla scuola frequentata dal figlio e se un genitore decide di iscrivere il proprio figlio al "Polo 3" significa che apprezza tali servizi, a maggior ragione, quindi, dovrebbe, impegnarsi a sostenere, con il proprio contributo, tale qualità.

Si rammenta, inoltre, che il Contributo Volontario è detraibile dalle tasse (L. n° 40/2007, art. 13 commi 3- 8), e che, le erogazioni liberali, per essere detraibili devono essere effettuate per il tramite di un intermediario bancario o postale A NOME DEL GENITORE.

La scuola sta cercando anche di intessere una rete di relazione con le imprese del territorio per poter beneficiare anche di contributi da parte del settore produttivo.

Il totale dei contributi versati dalle famiglie e dagli sponsor viene inserito nel programma annuale, ed ogni anno viene rendicontato, approvato dai revisori dei conti e pubblicato sul sito della scuola.

Si ricorda che:

1) una parte del contributo delle famiglie, chiamato contributo scolastico, corrispondente a € 25, deve essere corrisposto da tutti perché copre delle spese anticipate dall’istituto (assicurazione RC e infortuni, rilevazione e giustificazione assenze, servizio fotocopie con 1 tessera da 150 copie, manutenzione laboratori scienze, chimica-fisica e informatica);

2) All’occorrenza il contributo può essere rateizzato nel seguente modo:

  • € 25 (parte dovuta a copertura spese sostenute dalla scuola) entro febbraio all’atto dell’iscrizione;
  • € 50 entro l’inizio dell’anno scolastico 2018-2019 per organizzare l’ampliamento dell’offerta (30 Settembre).

3) Per determinazione del Consiglio di Istituto, coloro che non sono in regola con il pagamento del contributo volontario non possono partecipare a tutte quelle attività di ampliamento che comportano oneri per la scuola;

4) Si prega di effettuare il versamento a nome del genitore indicando però nella causale gli estremi dello studente (Cognome - Nome, Indirizzo di Studio e Classe)

5) Premesso che la parte fissa di 25 € è sempre dovuta, per i genitori con più figli iscritti presso il POLO3 è stata prevista l’applicazione di una riduzione della restante parte (50 €) secondo il seguente schema:

o   2 figli somma della parte restante dei due contributi ridotta del 30%( 70 € anziché 100 €)

o   3 figli somma della parte restante dei tre contributi ridotta del 50 % ( 75 € anziché 150 €)

o   oltre 3 figli50 €

Resto a vostra disposizione per ogni richiesta di chiarimenti.

Cordialmente

                                                                                                                                             IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                                                                            Prof.ssa Eleonora M. A. Augello