Visita Museo Storico della Linea Gotica di Casinina

Martedì 24 Aprile la classe 5B dell'Istituto tecnico ITE Battisti di Fano si è recata presso il Museo Storico della Linea Gotica di Casinina con i docenti prof.ssa Ciaroni e prof Romagna. Siamo stati accolti dal dottor Tiberi Giovanni che ci ha presentato il museo, questo rappresenta un centro internazionale di documentazione sull'offensiva operata del 1944 dall’ottava armata britannica sugli apprestamenti difensivi tedeschi della Linea Gotica. Esso è situato proprio su quella che nel 1944 era la prima parte della Gotica.

Il Parco della Memoria, oggi luogo di insegnamento della Pace, era uno dei campi minati più avanzati mentre un bunker tedesco era stato costruito con le travi dell'adiacente abitazione. In un secondo momento il dottor Tiberi ha approfondito la storia della Seconda Guerra Mondiale, soffermandosi su vari aspetti come ad esempio le particolarità delle tecniche utilizzate, la funzionalità degli strumenti, le difficoltà incontrate dalle vittime, ribadendo più volte la necessità di evitare e respingere un fenomeno distruttivo e pericoloso come la guerra.

Proseguendo,  ci ha condotti verso la Gothic Line Point, ossia il punto di osservazione sulla prima Linea Gotica: quello che sembrava un semplice strumento ottico, era in realtà un raro reperto bellico, un telescopio americano di Carro Sherman risalente al 1943.

Successivamente ci sono stati presentati alcuni dei punti più rilevanti, della LINEA GOTICA:  la Torre di avvistamento; il punto di inizio della Linea Gotica ossia il Fiume Foglia; lo spazio geografico dal Fiume Foglia fino al punto di osservazione che venne minato; inoltre il territorio dove noi abbiamo effettuato la visita era uno dei tanti punti di attacco e sfondamento della Linea Gotica da parte della quarta Divisione Indiana. A conclusione di giornata siamo stati accolti all'interno dell'edificio, nella prima sala  abbiamo osservato e letto assieme al Signor Tiberi alcuni libri, diari e lettere risalenti a quel periodo storico, che hanno suscitato in noi una certa commozione . Nella seconda sala siamo rimasti affascinati dall'esposizione di oltre 3.000 reperti accompagnati da una rara collezione di divise originali e complete di equipaggiamento, concludento così la mattinata.

Gli alunni della classe 5B AFM

Ilaria Mei e Gloria Urbinati


Pubblicata il 17 maggio 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Approfondisci